BMW M5 G90: il futuro delle berline ad alte prestazioni

BMW M5 G90: il futuro delle berline ad alte prestazioni
BMW M5

La prossima generazione della BMW M5, sotto il nome in codice G90, si appresta a entrare con prepotenza nell’arena delle berline ad alte prestazioni. Il vero salto di qualità si manifesta nella sua propulsione, dove BMW ha deciso di abbracciare la tecnologia ibrida plug-in, riprendendo la configurazione del colosso SUV XM e apportando modifiche sostanziali orientate al miglioramento delle performance.

Un cuore ibrido di potenza elevata

Al centro dell’innovativo sistema propulsivo troviamo un motore a benzina V8 biturbo da 4,4 litri, il quale da solo eroga una potenza di 585 CV accompagnati da una coppia di 750 Nm. Accanto a questo, un motore elettrico contribuisce con 197 CV e 280 Nm. Tale simbiosi di forze trasforma la M5 in un vero e proprio colosso meccanico, raggiungendo una potenza complessiva di 728 CV. BMW conferma così il proprio impegno nello sviluppo di veicoli ad alte prestazioni, perseguendo il primato nella categoria delle berline sportive.

Ibrida e pesante: sfida tra performance e massa

Un aspetto critico della nuova M5 è il suo peso. Con un peso stimato di circa 2.435 kg, la berlina si avvicina pericolosamente alla soglia delle 2,5 tonnellate. Questa massa potrebbe sollevare non poche perplessità circa l’agilità e la dinamica di guida del veicolo, spingendo gli ingegneri della casa di Monaco ad un lavoro accurato per bilanciare peso e prestazioni.

Analisi comparativa del peso nel segmento

Quando si pone l’attenzione sul peso della nuova M5, è essenziale considerare anche i pesi delle dirette concorrenti, come la Porsche Panamera Turbo E-Hybrid che si colloca in una fascia di peso simile. Questo parallelismo sottolinea una tendenza comune nel settore, dove l’incremento delle prestazioni sembra procedere di pari passo con quello della massa dei veicoli.

Dimensioni maggiorate per un’esperienza di guida superiore

Accanto a potenza e peso, la G90 si distingue anche per le sue dimensioni. La nuova M5 supera la Serie 5 berlina standard in lunghezza e in larghezza di 3,6 cm e 7 cm rispettivamente, suggerendo un crescente interesse verso un abitacolo più spazioso che non disdegna una silhouette più imponente.

Innovazioni nel telaio e nella componentistica

Aspettative elevate riguardano il settore delle sospensioni, dove è prevista una revisione della geometria che potrebbe allungare il passo oltre i 2.995 mm. A questo si aggiunge l’adozione di cerchi in lega da 20 e 21 pollici per gli assi anteriore e posteriore, calzati con pneumatici da 285/40/20 e 295/35/21. Tali scelte puntano decisamente al miglioramento della stabilità e dell’aderenza, essenziali per una guida sportiva e sicura.

Attesa per l’arrivo della nuova superberlina

La nuova BMW M5 si prepara a fare il suo ingresso nel mercato con l’avvio della produzione previsto per luglio 2024. Il modello non si limiterà alla sola versione berlina, ma si espanderà includendo anche un’attesissima variante station wagon. Questo ampliamento della gamma è destinato a soddisfare una clientela eterogenea, che non vuole rinunciare a prestazioni di alto livello unite a versatilità e stile.