Cedrino: un viaggio mozzafiato lungo le acque selvagge

Cedrino: un viaggio mozzafiato lungo le acque selvagge
Fiume Cedrino

Benvenuti nel cuore della Sardegna, dove il fascino della natura selvaggia e incontaminata si fonde con la storia millenaria dell’isola. Oggi vi porteremo a scoprire uno dei tesori migliori custoditi di questa regione: il fiume Cedrino.

Nascendo dalle montagne del Supramonte, il fiume Cedrino si snoda per oltre 50 chilometri attraversando una varietà di paesaggi che vi lasceranno senza fiato. Con le sue acque cristalline e la vegetazione rigogliosa che lo circonda, questo fiume è una vera oasi di tranquillità e bellezza.

Camminando lungo le sue rive, avrete la possibilità di ammirare una flora e una fauna ricchissima: dai cespugli di mirto e rosmarino che emanano profumi inebrianti, alle querce secolari che si ergono maestose, fino alle numerose specie di uccelli che abitano quest’area protetta.

Ma il fiume Cedrino non è solo natura. Lungo le sue rive si possono ancora ammirare i segni del passato, come antichi mulini e ponti in pietra che testimoniano l’importanza di questa via d’acqua per la vita delle comunità locali nel corso dei secoli.

Se desiderate esplorare il fiume Cedrino in modo più avventuroso, potrete optare per un’escursione in canoa o in kayak. Questa sarà un’opportunità unica per immergervi completamente nella natura selvaggia, osservando da vicino la fauna e la flora che popolano le sue rive.

Siamo certi che il fiume vi lascerà un ricordo indelebile. La sua bellezza mozzafiato, unita alla sua storia e alla sua importanza ecologica, lo rendono uno dei luoghi più speciali da visitare in Sardegna. Siete pronti a scoprire questa meraviglia?

Informazioni

Il fiume Cedrino è lungo circa 50 chilometri e si trova nella regione della Barbagia, nel centro-est della Sardegna. È alimentato da sorgenti che si trovano sulle montagne del Supramonte, nella provincia di Nuoro.

Il fiume attraversa diverse località, tra cui Oliena, Dorgali e Cala Gonone, prima di sfociare nel Golfo di Orosei, nel Mar Mediterraneo.

La larghezza del fiume Cedrino può variare a seconda del punto in cui ci si trova lungo il suo corso. Nelle parti più strette può arrivare a circa 10 metri, mentre nelle parti più ampie può raggiungere anche i 30 metri.

È importante notare che il fiume Cedrino è considerato uno dei fiumi più puliti della Sardegna, grazie alla sua origine montana e al fatto che attraversa principalmente zone incontaminate. Questo lo rende una meta ideale per gli amanti della natura e per coloro che desiderano godere di paesaggi intatti e ancora selvaggi.

Fiume Cedrino: cosa vedere lì intorno

Nelle vicinanze del fiume ci sono diverse attrazioni e luoghi di interesse da visitare. Ecco alcune delle principali:

1. Grotta di Ispinigoli: Situata nei pressi del paese di Dorgali, la Grotta di Ispinigoli è una delle grotte più spettacolari e visitate della Sardegna. È famosa per la sua maestosa stalagmite alta oltre 38 metri, una delle più alte d’Europa.

2. Nuraghe Mannu: Si tratta di un antico sito nuragico situato a circa 6 chilometri da Oliena. Il nuraghe è una tipica costruzione preistorica in pietra a forma di torre, tipica della Sardegna. Nuraghe Mannu è ben conservato e offre una panoramica interessante sulla vita e l’architettura dell’antica civiltà nuragica.

3. Gola di Gorroppu: Considerata una delle gole più spettacolari d’Europa, la Gola di Gorroppu si trova nelle vicinanze del fiume Cedrino. È un luogo ideale per gli amanti del trekking e dell’escursionismo, con spettacolari pareti di roccia che si innalzano fino a 400 metri di altezza.

4. Tiscali: Situato all’interno del Supramonte di Oliena, Tiscali è un antico insediamento nuragico situato all’interno di una dolina carsica. È accessibile solo a piedi, attraverso un sentiero che offre viste spettacolari sulla valle circostante.

5. Spiagge di Cala Gonone: Cala Gonone è una località balneare situata sulla costa orientale della Sardegna, vicino al fiume Cedrino. Qui si trovano alcune delle spiagge più belle dell’isola, come Cala Luna, Cala Mariolu e Cala Goloritzé, che sono raggiungibili solo via mare o attraverso sentieri panoramici.

Questi sono solo alcuni dei luoghi di interesse che si trovano nelle vicinanze del fiume. La zona offre una grande varietà di paesaggi e attrazioni, che spaziano dalle montagne alle spiagge, dalla natura incontaminata alla storia millenaria della Sardegna.