Citroen e-Berlingo 2024: l’iconico van si reinventa per il futuro

Citroen e-Berlingo 2024: l’iconico van si reinventa per il futuro
Citroen e-Berlingo

Il Citroen e-Berlingo è pronto a imporsi nuovamente sul mercato con un restyling che arriverà nel 2024. L’aggiornamento non segna l’inizio di una nuova generazione, ma rappresenta un passo evolutivo significativo, in linea con l’orientamento del gruppo Stellantis nel segmento dei van. Le attenzioni si concentrano prevalentemente sugli interni e sulla connettività, testimoniando una tendenza dell’industria automobilistica verso maggiori standard di comfort e tecnologia.

Un design esteriore rinnovato

Il Citroen e-Berlingo si presenta con un frontale rielaborato, influenzato dall’estetica della nuova Citroen C3. Il design, ora più verticale, conferisce al van un aspetto più imponente e contemporaneo. La fusione armonica tra griglia e paraurti, arricchita dal nuovo logo ovale, crea un’immagine compatta e distintiva. L’estensione del motivo “Double Chevron” fino ai nuovi fari aggiunge coerenza al look. Elementi come un paramotore con finish in alluminio, portapacchi e cerchi da 16” o 17” variano a seconda della versione selezionata. Le fiancate e il posteriore conservano le linee classiche ma con una rinfrescata grafica che regala al van un’anima più snella. La gamma cromatica si arricchisce di nuove tinte, includendo il Blu Kiama e il Verde Sirkka.

Raffinamenti interni per un comfort superiore

L’abitacolo del e-Berlingo 2024 si rinnova con una plancia ridisegnata, dove spicca un display touch da 10 pollici e un nuovo cruscotto digitale. L’assenza dell’airbag passeggero sul cruscotto ha permesso di integrare un vano portaoggetti denominato “Top Box”. Un volante riscaldato dal disegno innovativo e i sedili anteriori Advanced Comfort migliorano significativamente l’esperienza di guida. La configurazione posteriore mantiene i tre sedili individuali e il sistema Modutop, con una capacità di carico che varia dai 775 ai 4.000 litri. L’accessibilità è garantita da porte scorrevoli con finestrini elettrici. La connettività è rafforzata da sistemi di infotainment avanzati, inclusi My Citroen Play e My Citroën Drive Plus con attivazione vocale.

Sotto il cofano, troviamo un motore elettrico da 100 kW abbinato a una batteria LFP da 50 kWh che assicura fino a 320 km di autonomia WLTP, il 20% in più rispetto al predecessore. Il e-Berlingo offre tre modalità di guida per adattarsi alle esigenze degli utenti e una pompa di calore optional per il riscaldamento dell’abitacolo. La ricarica è ottimizzata con un caricatore di serie da 7,4 kW e uno trifase da 11 kW come optional, arrivando a una ricarica rapida in corrente continua fino a 100 kW.

La strategia di prezzo del nuovo e-berlingo

I dettagli sui prezzi del Citroen e-Berlingo restano da definire, tuttavia si prevede un piccolo incremento sul prezzo attuale, che parte da 35.000 euro per il modello base. Il veicolo è disponibile anche con motorizzazioni classiche al di fuori dell’Europa.

Escludendo i veicoli fratelli del gruppo Stellantis, il e-Berlingo vede come suoi principali rivali il Renault Kangoo E-Tech Electric e il Mercedes EQT. Entrambi propongono motori da 90 kW e batterie da 45 kWh, con autonomie simili. Il e-Berlingo si distingue per la sua versatilità e il suo approccio ecologico, offrendo un’alternativa di valore per le dinamiche di trasporto moderne, mantenendo un prezzo concorrenziale.