Genesis, Hyundai e Lexus: le 3 nuove stelle dell’IIHS

Genesis, Hyundai e Lexus: le 3 nuove stelle dell’IIHS
Sicurezza auto elettriche

Qual’è lo stato dell’arte relativamente alla sicurezza auto elettriche? Il futuro dell’automobilismo elettrico è qui: il 2023 è un anno di svolta per la sicurezza delle vetture elettriche. L’Insurance Institute of Highway Safety (IIHS), punto di riferimento nel settore, ha presentato le sue nuove regine, le superstar che hanno lasciato tutti senza fiato: Genesis Electrified GV70, Hyundai Ioniq 6 e Lexus RZ 450e.

La sicurezza automobilistica non è solo una questione di resistenza agli incidenti. Oggi, è fondamentale che un’auto sia in grado di evitare attivamente un incidente o di ridurne le conseguenze, proteggendo così i suoi occupanti e chiunque si trovi nelle vicinanze.

Le prove dell’IIHS sono rigorose e dettagliate. Tra queste, il test di urto frontale “disassato” è cruciale: valuta come l’auto reagisce quando solo una piccola parte di essa entra in collisione con un ostacolo. Un altro test fondamentale è quello di impatto laterale, che determina la protezione offerta agli occupanti.

Ma c’è di più. Un aspetto che sta guadagnando sempre più attenzione è l’efficienza dei fari e la capacità dei veicoli di prevenire incidenti con pedoni, sia di giorno che di notte. Questo criterio è una novità per il 2023, sottolineando l’importanza di proteggere i pedoni anche nelle ore più buie.

Nell’analisi dettagliata, la Genesis Electrified GV70 ha dimostrato una notevole capacità di prevenzione di incidenti frontali con pedoni, mentre sia la Ioniq 6 che la Lexus RZ hanno superato ogni aspettativa. È interessante notare che la GV70 elettrica ha primeggiato anche per l’illuminazione, ottenendo complimenti dall’IIHS.

Sicurezza auto elettriche: ecco tutte le novità

Nonostante le loro somiglianze, la GV70 elettrica si differenzia dai suoi cugini, la GV60 e la Ioniq 6, per quanto riguarda la piattaforma. Mentre queste ultime si basano sulla piattaforma Electric-Global Modular Architecture (E-GMP), la GV70 elettrica si basa sulla stessa architettura della sua controparte a benzina.

Durante i test di crash test frontali disassati, tutti e tre i veicoli elettrici hanno dimostrato una protezione ottimale per il manichino a bordo, un segno positivo della loro capacità di garantire la sicurezza degli occupanti.

Va sottolineato che questi veicoli sono dotati di sofisticati sistemi di prevenzione degli incidenti frontali. Queste tecnologie sono fondamentali per garantire la sicurezza dei pedoni in ogni momento della giornata, riducendo così il rischio di incidenti mortali.

Ma non sono solo questi i veicoli che si distinguono per la sicurezza nel 2023. Audi Q4 E-Tron, Q8 E-Tron, Volkswagen ID.4, Subaru Solterra, Volvo XC40 Recharge e Rivian R1S e R1T sono solo alcuni dei modelli che hanno ricevuto il massimo riconoscimento dall’IIHS, rappresentando l’apice della sicurezza nell’era dell’automobilismo elettrico.

L’IIHS ha sollevato l’asticella della sicurezza automobilistica e le nuove regine dell’anno 2023 hanno saputo rispondere all’appello. Queste vetture elettriche non solo sono in grado di offrire una guida ecologica ed efficiente, ma anche una protezione di livello superiore per chiunque si trovi a bordo e per chiunque incontri sulla strada. Il futuro dell’automobilismo elettrico è qui, e la sicurezza è il motore che lo guida.