Il biometano di Scania: una svolta per la sostenibilità

Il biometano di Scania: una svolta per la sostenibilità
Scania

Il settore automobilistico è testimone di una trasformazione significativa, determinata da un’inequivocabile spinta verso la sostenibilità. In particolare, si assiste a un’accelerazione nell’adozione di carburanti derivati da fonti rinnovabili, quali il Bio-LNG (Liquefied Natural Gas) e il Bio-CNG (Compressed Natural Gas), che stanno acquisendo un ruolo sempre più prominente. Questo trend è parte di un movimento più ampio per il quale le aziende attive nel campo dei trasporti si stanno impegnando a ridurre le emissioni di carbonio dei loro veicoli, e in questo contesto il biometano si pone come uno degli elementi chiave per raggiungere tali obiettivi.

Scania e il suo impegno nel biometano

Il marchio Scania, leader riconosciuto nel mondo dei trasporti pesanti, è ormai in prima linea nella rivoluzione verde che vede il biometano come protagonista. L’azienda ha recentemente introdotto una nuova gamma di motori da 13 litri specificamente progettati per l’uso di questo eco-combustibile. Questi propulsori sono il risultato della fusione tra innovazione e qualità, poiché si avvalgono di componenti d’elite come il cambio Opticruise G25 e il differenziale posteriore R756. Tale combinazione non solo ottimizza le performance ma assicura anche un notevole risparmio di carburante, stimato intorno al 5% per le applicazioni a lungo raggio. Il cambio G25, in particolare, è stato progettato per massimizzare la gamma di rapporti interni, consentendo così ai nuovi motori a biometano di fornire prestazioni di spicco e un’esperienza di guida senza precedenti.

L’importanza di una rete di rifornimento capillare

Per garantire il successo del biometano come carburante alternativo, è fondamentale l’esistenza di una rete di stazioni di rifornimento estesa e affidabile. L’Europa sta assistendo a una rapida espansione di tali infrastrutture, spinta dalla crescente richiesta e dall’interesse manifestato dai principali player del mercato dei carburanti. Oggi, la riduzione delle emissioni di CO2 non è più una prerogativa esclusiva di aziende orientate all’ecologia ma rappresenta una condizione necessaria per un numero crescente di operatori nel settore dei trasporti.

Potenza e versatilità dei nuovi motori Scania

I nuovi motori a biometano di Scania evolvono dall’affidabile versione da 13 litri e 410 CV, già conosciuta e apprezzata nel mercato, e sono stati ulteriormente potenziati per soddisfare le esigenze future in termini di normative ambientali e contribuire efficacemente alla decarbonizzazione. Questi motori, combinati con la cabina S, offrono una soluzione ideale per missioni di lunga distanza, grazie anche a un’autonomia di circa 1.800 km, 460 cavalli e 2.300 Nm di coppia.

Il futuro sostenibile dell’automotive

Il biometano rappresenta una svolta epocale nel panorama dei trasporti su strada, proponendosi come alternativa sostenibile ed efficiente rispetto ai carburanti fossili. Scania, tramite l’introduzione dei suoi innovativi motori a biometano, dimostra un impegno irremovibile verso un futuro più pulito e verde nel settore automotive, facendo proprie le sfide della decarbonizzazione e ponendosi all’avanguardia nella tutela dell’ambiente.