Renault e Volkswagen: un accordo per l’auto elettrica economica

Renault e Volkswagen: un accordo per l’auto elettrica economica
Accordo Renault Volkswagen

Nel settore automobilistico, la corsa verso la mobilità sostenibile è più serrata che mai, e il gruppo Volkswagen sta cercando di rimanere competitivo attraverso accordi strategici. Una delle iniziative più recenti vede Volkswagen impegnata in trattative con potenziali partner europei, tra cui la casa automobilistica francese Renault, con l’obiettivo di sviluppare un’auto elettrica accessibile dal punto di vista dei costi. L’obiettivo di Volkswagen è contrastare l’imminente invasione di auto elettriche cinesi sul mercato europeo, cercando un partner di peso con cui collaborare per creare un concorrente “made in Europe.”

Trattative per un’auto elettrica low cost

Le trattative in corso tra Volkswagen e Renault riguardano la possibilità di cooperare nella produzione di un modello di auto elettrica vendibile a un prezzo accessibile di circa 20.000 euro o anche meno. Questa mossa potrebbe aprire nuove opportunità di mercato nel settore dell’elettrico, rendendo le auto a batteria più accessibili ai consumatori.
Le discussioni con Renault sono ancora in fase preliminare e potrebbero non portare a un accordo definitivo. Tuttavia, Volkswagen è determinata a perseguire questa strategia e, in assenza di un accordo con i francesi, potrebbe esaminare altre opzioni per portare avanti il progetto.

L’obiettivo di Volkswagen: produrre 250.000 auto elettriche all’anno

L’obiettivo ambizioso di Volkswagen è quello di produrre fino a 250.000 veicoli elettrici all’anno attraverso questa collaborazione. Al momento, Volkswagen non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali in merito, mentre Renault ha affermato che la cooperazione è necessaria per rimanere competitivi nel segmento delle citycar elettriche. Tuttavia, non ci sono ancora accordi contrattuali siglati tra le due aziende.

Altre proposte di auto elettriche low cost

La proposta di Volkswagen non è unica nel panorama automobilistico europeo. Il gruppo Stellantis, ad esempio, ha già annunciato il lancio di un’auto elettrica al di sotto dei 20.000 euro, con la Citroen ë-C3 prevista per il 2024. Anche Fiat prevede di produrre una nuova Fiat Panda elettrica in Serbia. Renault ha annunciato l’arrivo imminente della nuova Twingo elettrica, anch’essa venduta a un prezzo inferiore ai 20.000 euro. Inoltre, Volkswagen ha presentato l’ID2.all a marzo 2023, con l’intenzione di commercializzarla entro il 2025 a un prezzo di circa 25.000 euro.

Democratizzare il mercato delle auto elettriche

Luca de Meo, amministratore delegato di Renault, ha sottolineato la necessità di democratizzare il mercato delle auto elettriche, rendendole accessibili a un pubblico più ampio. Attualmente, secondo un dossier della società di ricerca Jato Dynamics, il prezzo medio di un veicolo elettrico in Europa nel primo semestre del 2023 supera i 65.000 euro, più del doppio rispetto ai prezzi delle auto elettriche cinesi, che si attestano intorno ai 31.000 euro.